Gioacchino Murat, dopo essere divenuto re di Napoli nel 1808, scelse questo palazzo per poter risiede a Positano durante la stagione estiva. La dimora, risalente al 1700, ancora mostra l’interessante stile barocco napoletano di scuola vanvitelliana ed è divenuto un importante punto della ricettività positanese, senza perdere nessuna delle caratteristiche architettoniche originarie.

Il palazzo, essendo adibito ad albergo, è escluso dalla possibilità di essere visitato, ma nella stagione estiva si apre al pubblico, trasformandosi in contenitore d’eccezione per eventi culturali.

Spread the love